La rivoluzione virtuale e i visori VR

Come funziona una realtà virtuale?

Per esplorare una realtà aumentata è necessario dotarsi di un visore VR. Gli sviluppatori e i designer coinvolti nella realizzazione di questi dispositivi, creano uno spazio virtuale dove il giocatore può calarsi in un’esperienza mai vissuta prima. All’interno di questo ambiente, l’utente è libero di muoversi ed interagire con tutto ciò che lo circonda. I primi visori VR sono stati ideati 10 anni fa e ad oggi si sono quindi una tecnologia matura e alla portata di tutti.
Attualmente sono presenti sul mercato tre tipologie di realtà virtuali.

Realtà Virtuale Playstation Vr

Si tratta di una realtà virtuale appositamente prodotta per PS4, ideale per tutti coloro che vogliono provare a immergersi in una sessione gaming del tutto nuova. Il visore della Playstation è molto comodo sebbene sia dotato di una bassa risoluzione.

Realtà Virtuali Portatili

I visori portatili non sono collegati a PC ma possiedono un hardware interno che gestisce e svolge le principali funzioni. Rispetto alle altre tipologie di VR, questi hanno una resa grafica qualitativamente inferiore a causa della ridotta potenza di calcolo.

Realtà Virtuale PC

Per raggiungere le performance migliori occorre associare il VR al PC. Un normale computer è in grado di elaborare una consistente mole di calcoli in un breve arco temporale. Tramite il VR Desktop potremo vivere in real time la stessa esperienza del giocatore poichè le immagini proiettate hanno un’ottima qualità.

 

Qui di seguito troverete un estratto di una ripresa realizzata con l’Oculus quest 1

Leave a comment

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.