Che cosa sono i Computer quantistici?

Quali sono le principali differenze con un consueto computer?

 

La prima volta che si sentì parlare di computer quantici fu nel 1980, quando il fisico Paul Benioff presentò il progetto della macchina di Turing. A differenza dei precedenti calcolatori, questi trasformavano gli stati di memoria classici in stati di memoria quantistici, e viceversa. La memoria dei vecchi computer era rappresentabile come una stringa che assume i valori 0 o 1.

I computer quantistici, utilizzano il qubit come unità fondamentale. Il contrasto più grosso è rappresentato dai valori forniti durante il calcolo; mentre i computer tradizionali utilizzano delle misurazioni definite, i computer quantistici possono intraprendere anche strade differenti. Nonostante ciò, i nuovi calcolatori hanno comunque la peculiarità di restituire degli output classici. Il processo di misura nei computer quantistici invece è basato sulla probabilità, il che significa che l’output di un algoritmo quantistico è spesso aleatorio, casuale. I suoi elementi base codificano un particolare ambiente quantistico in cui si trova una particella o un atomo.

I Computer quantistici hanno già trovato spazio nelle aziende?

 

Nel 2019 IBM ha presentato il primo computer quantistico commerciale che, a tendere, potrà essere impiegato da altre Company tramite un sistema cloud. IBM ha inoltre aggiornato la sua roadmap per lo sviluppo delle soluzioni quantum computing, allargando così la strategia dall’hardware al software. Anche Google ha recentemente creato uno spot quantistico dedicato ai processi di ricerca e sviluppo.

Le grosse aziende hanno iniziato a puntare sui nuovi calcolatori per una ragione: sono in grado di risolvere dei problemi che i normali computer non riescono, questo per via della bassa potenza di calcolo che caratterizza i consueti elaboratori. C’è da aspettarsi un investimento sempre maggiore da parte delle grandi compagnie, purtroppo i costi sono tuttora inaccessibili per le piccole-medio imprese.

Non è da escludere una maggior apertura del mercato tra una decina d’anni!

Senza titolo-1

Leave a comment

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.